Orari di apertura : Lunedì - Venerdì 9 - 20 / Sabato 9 - 14
  Contatti : 06.94.52.32.00 - 06.94.52.32.01 - 373.75.05.714

MEMORIA DAY

ūüí•MEMORIA DAYūüí•

¬† ‚ě°26 Febbraio‚¨Ö

‚ö†‚õĒNon riesco proprio a ricordare i nomi delle persone!!…..
‚ö†‚õĒNon mi vengono le parole!…..
‚ö†‚õĒVado in una stanza e NON RICORDO PI√ô cosa dovevo fare!‚ÄĚ…
Queste sono solo alcune delle frasi che ti dici o senti ripetere….
‚ėételefonando al 0694523200- 0694523201-3737505714
Prendi un appuntamento per un colloquio neurologico, uno screening per la memoria ,
indicazioni su un‚Äôigiene del comportamento e un ūüĒÖOMAGGIOūüĒÜ ¬†al prezzo di

  45 euro

‚Äľ‚Äľ‚ÄľAffrettati! I posti sono LIMITATI‚Äľ‚Äľ‚Äľ

Ti aspettiamo!ūüĎćūüĎć

ūüďĚūüďĚIntanto puoi iniziare ad acquisire informazioni sui diversi tipi MEMORIA‚Äľ‚Äľ‚Äľ

Il¬†disturbo della memoria¬†o¬†amnesia¬†√® un disturbo presente in molti tipi di patologie (traumatiche, infettive, tossiche, vascolari, degenerative, metaboliche) e consiste in una riduzione pi√Ļ o meno grave della capacit√† di apprendere e ricordare informazioni ed avvenimenti immagazzinati in precedenza. Per comprenderne meglio i disturbi √® necessaria una premessa sulla definizione e sul meccanismo fisiologico della¬†memoria. ¬†
La memoria √® la capacit√† del¬†cervello¬†di¬†conservare¬†informazioni, ossia di assimilare, ritenere e richiamare, sotto forma di ricordo, le informazioni apprese durante l’esperienza¬†o per via¬†sensoriale. Da questo si deduce che la capacit√† di apprendimento e di immagazzinamento dei dati acquisiti rende possibile la¬†conoscenza da cui dipendono tutte le nostre azioni soggettive e le condotte sociali, che sono appunto fondate sul recupero a livello della consapevolezza delle informazioni precedentemente archiviate.
Il pi√Ļ diffuso criterio di classificazione della memoria si basa sulla durata della ritenzione del ricordo, identificando tre tipi distinti di memoria: la¬†memoria a breve termine, la¬†memoria a lungo termine¬†e la¬†memoria sensoriale.
La memoria a breve termine o memoria primaria è quella parte di memoria che si ritiene capace di conservare una piccola quantità di informazioni chiamata span (tra i 5 e i 9 elementi) per una durata di 20 secondi circa. Attualmente, gli psicologi cognitivi preferiscono definirla memoria di lavoro.
La memoria a lungo termine, capace di conservare una quantità enorme, anche se non infinita di informazioni, viene suddivisa in memoria semantica (legata alla comprensione del linguaggio), memoria episodica (relativa agli eventi) e memoria procedurale (relativa alle azioni e procedure per eseguire comportamenti complessi).
La memoria sensoriale immagazzina, per la durata di pochi secondi o millisecondi, informazioni uditive (memoria ecoica), visive (memoria iconica), tattili, olfattive e gustative.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *